Mi serve un’assicurazione infortuni privata?

 

Chi esercita un’attività lavorativa, dispone di un’assicurazione contro gli infortuni obbligatoria per legge, nell’ambito della quale: 
 

  • l’INAIL (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) interviene in caso d’infortuni sul lavoro.
     
  • L’INPS (Istituto Nazionale della Previdenza Sociale) copre, invece, gli infortuni occorsi nel tempo libero e sul lavoro, erogando una pensione per inabilità sul lavoro o un’indennità di invalidità, a condizione che la persona lavori già da 5 anni.

 

In questo modo sei ampiamente assicurato per quanto riguarda gli infortuni sul lavoro, tuttavia non sufficientemente per gli infortuni occorsi nel tempo libero.

Con un’assicurazione privata contro gli infortuni è possibile coprire meglio i costi aggiuntivi in caso d’inabilità lavorativa temporanea, conseguente a infortunio, ad esempio per il risarcimento delle spese sostenute per medici e trattamenti specialistici oppure in caso d’inabilità lavorativa permanente (invalidità). Un’assicurazione privata prevede inoltre un’indennità giornaliera durante un soggiorno ospedaliero oppure copre i costi dei danni in seguito all’infortunio.
 

L’entità del premio della polizza dipende dall’ammontare del capitale assicurato e dall’attività esercitata. Se sei uno sportivo dinamico e attivo, dovresti assolutamente pensare a una polizza contro gli infortuni privata.
Ricorda, però, che alcune discipline sportive sono escluse, in particolare quelle ad alto rischio, così come la partecipazione a delle gare sportive.

Indietro

Sapere finanziario è un portale online delle Casse Raffeisen dell'Alto Adige con informazioni su temi bancari e finanziari. L'obiettivo del portale è di mettere a disposizione dei giovani altoatesini informazioni semplici e affidabili.